Nuova pagina 1

 


english English Home Contatti Credits ISSN
2282-5754
 
Centro Studi Sofferenza Urbana

 

 

Bibliografia Internazionale Annotata

Nuova pagina 1

 

Benedetto Saraceno

 

1) Hunt P. (2015). SDGs and the Importance of Formal Independent Review: An Opportunity for Health to Lead the Way. SDG Series blog, Health and Human Rights Journal. September 22015.http://www.hhrjournal.org/2015/09/02/sdg-series-sdgs-and-the-importance-of-formal-independent-review-an-opportunity-for-health-to-lead-the-way/.

 

Paul Hunt, che è stato Rapporteur del Comitato delle Nazioni Unite sui diritti Economici, Sociali e Culturali e Special Rapporteur dell'ONU sul diritto alla salute, analizza in un importante articolo la necessità e le difficoltà di monitorare e valutare la implementazione dei Sustainable Development Goals (SDGs). In questo scritto Hunt pone il problema della valutazione della azione degli stati e il dilemma fra valutazioni in palese conflitto di interessi (ossia gli Stati che valutano sè stessi) e valutazioni affidate a organismi terzi. Questo problema rilevante viene sollevato dall'articolo di A. Manenti su questoo stesso numero di SOUQ. Hunt mette in guardia dalla confusione fra monitorare la implementazione e valutarne la realizzazione. Se si vuole valutare realmente è necessario un processo partecipativo e trasparente che coinvolga sia gli attori ali livelli piú decentrati e periferici sia esperti altamente indipendenti.

 

2) Enst Bloch. Il Principio Speranza. A cura di Remo Bodei, Garzanti, Milano 2005 (seconda edizione).

 

Un testo fondamentale da leggere o almeno da visitare. L'utopia o la speranza in Bloch, non alludono tanto al futuro quanto al presente. Non possiamo e non dobbiamo prendere il mondo così com'è ma atraverso la speranza cogliere il mondo in evoluzione e dunque non consolarci con la Speranza per quello che non è nel presente ma piuttosto sostenere con la Speranza la Ragione e illuminare e dare senso attraverso la conoscenza a ogni momento della nostra esistenza. Dunque, l'utopia e la speranza non sono il regno dell'impossibile ma quello del "non ancora" e sono continuamente esposte al rischio e all'incertezza e quindi richiedono quello che Ernest Bloch chiama "ottimismo militante". Si tratta di fare della Speranza un progetto di ricerca, un lavoro politico di innovazione sia degli strumenti di comprensione della realtà sia di azione nella realtà: un lavoro sulle potenzialità (future) del presente.

 

 

 

3) Mezzina R. (2018). Forty years of the Law 180: the aspirations of a great reform, its successes and continuing need. Epidemiology and Psychiatric Sciences. Marzo 2018, doi:10.1017/S2045796018000070.

 

Un articolo che rende conto non solo del processo storico che accompagna la legge 180 ma che illumina, chiarisce, definisce con precisione e acume lo stato della riforma italiana passata, presente e « futura ». E' certamente il testo piú completo e intelligente che sia stato scritto sulla 180 : anche se, dice Mezzina, i principi che hanno informato la Riforma Italiana dei Servizi di Salute Mentale (come bene illustrato dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità) la applicazione pratica della legge non è sempre stata all'altezza dei principi enunciati. Non sempre infatti i servizi sono stati dotati delle necessarie risorse per sviluppare in pieno i principi della riforma. Non si è trattato soltanto di sviluppare un sistema di servizi di salute mentale operanti sul territorio ma di superare il paradigma della istituzione totale promovendo salute e diritti come dimensioni inseparabili.


4) UNHCR (2018). Europe Situation. http://www.unhcr.org/europe-emergency.html

 

Per chi voglia tenersi aggiornata sul fenomeno rifugiati e migranti in Europa: statistiche e dati affidabili; storie di solidarietà che mostrano che un approccio non barbaro e xenofobo è possibile; aggiornamento continuo del sito.

 

5) Frank A. Il diario di Anna Frank, XV ed., traduzione di Arrigo Vita, Mondadori, 1966.

Per chi lo ha letto: da rileggere con molta attenzione per scoprirne le infinite sorgenti di spiritualità e vitalità.

Per chi non lo ha letto e per i piú giovani: da leggere assolutamente.

Per i nuovi fascisti, i negazionisti, i razzisti: da leggere perchè c'è speranza che almeno qualcuno fra loro possa cambiare.

degli stessi autori:  Aporie dell'empowerment  Ballare la samba pilotando un aereo  Bibliografia internazionale annotata  Bibliografia internazionale annotata  Bibliosouq: bibliografia internazionale annotata (numero 4)  BiblioSouq: Bibliografia internazionale annotata  Corpo presente  Correlazione fra povertà e disturbi mentali e sue implicazioni su esiti ed erogazione della cura  Decostruire il paradigma della "emergenza migranti"  Descrivere la realtà ma anche cambiarla  Educare alla complessità  Empowerment  I sistemi sanitari non sono disegnati per i bisogni dei cittadini  Il paradigma della sofferenza urbana  La confusione da governare  La speranza come lavoro politico  Perché bisogna dire NO  Resistenze Urbane  Respingere la Ferocia, non i Migranti  Riprendere il cammino verso la felicità  Salute globale, salute locale: un paradigma dei fallimenti della globalizzazione  Salvaguardare i cammini di liberazione  SouqBiblio: bibliografia internazionale annotata (numero 2)  SouqBiblio: bibliografia internazionale annotata (numero 3)  SouqBiblio: bibliografia internazionale annotata (numero 5)  SouqBiblio: bibliografia internazionale annotata (numero 7)  SouqBiblio: bibliografia internazionale annotata(Numero 9)  SouqBiblio: bibliografia internazionale annotata  SouqBiblio: bibliografia internazionale annotata (numero 1)  SouqBiblio: bibliografia internazionale annotata (numero 6)  SouqBiblio: bibliografia internazionale annotata (Numero 8)  SouqBiblio:bibliografia internazionale annotata  Tempi di assedio  Violenza verbale e paranoia sociale 

Nuova pagina 1
  Sostenitori

Il Centro Studi Souq

Souq è un Centro Studi Internazionale che è parte integrante delle attività della Casa della Carità e studia il fenomeno della sofferenza urbana. La Sofferenza Urbana è una categoria interpretativa dell’incontro fra la sofferenza dei soggetti e la fabbrica sociale che essi abitano. La descrizione, la comprensione e la trasformazione delle dinamiche

Il progetto editoriale

La rivista SouQuaderni si propone di studiare il fenomeno della sofferenza urbana, ossia la sofferenza che si genera nelle grandi metropoli. La rivista promuove e presenta reti e connessioni con le grandi città del mondo che vivono situazioni simili, contesti analoghi di urbanizzazione e quindi di marginalizzazione e di nuove povertà. Il progetto editoriale si basa su tre scelte

Staff

Centro studi Souq   Comitato direttivo: Laura Arduini, Virginio Colmegna (presidente), Silvia Landra, Simona Sambati, Benedetto Saraceno;   Comitato scientifico: Mario Agostinelli, Angelo Barbato, Maurizio Bonati, Adolfo Ceretti, Giacomo Costa, Ota de Leonardis,  Giulio Ernesti, Sergio Escobar, Luca Formenton, Francesco Maisto, Ambrogio Manenti, Claudia
  Editoriali      Teoria in attesa di pratica      Pratica in attesa di teoria      Papers      Bibliografie     

ISSN 2282-5754 Souquaderni [online] © by SOUQ - Centro Studi sulla Sofferenza Urbana - CF: 97316770151
Last update: 20/04/2019
 

[Area riservata]